Stefania Artusi

Haut/Haut

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

di Stefania Artusi
a cura di Giusi Affronti

in mostra dal 29 marzo – 19 aprile 2013 presso neu[nòi] spazio al lavoro

“L’occhio esiste allo stato selvaggio”. La pittura sa essere arena di ricerca e di scoperta se il dipingere infrange i tabù della mimesi e della visione puramente retinica. Sospesa tra razionalità ed erotismo, tra antropologia e spiritualità, Stefania Artusi scorge, sotto l’epidermide dell’esistenza, concetto e poesia.

“Haut/Haut” propone un inedito corpus grafico di dieci carte, dipinte con inchiostro calcografico. Il segno pittorico di Stefania Artusi, ora liquido ed impetuoso ora denso e soffice, possiede una compiaciuta intensità e, sopra la superfice vintage della carta da parati, lascia agire il pulsante ritmo della vita.

Artusi compie un’immersione audace nel paesaggio sconosciuto, speso proibito, degli istinti e del sogno giungendo, in un amplesso mai concluso, alle radici del proprio io. Il corpo, unico sintomo verificabile della psiche umana, è mostrato in ogni suo aspetto (nudo, inerte, estatico, disarticolato, violato) e l’artista esperisce l’arte sulla propria pelle, frugando al di sotto di essa, esibendone il segreto e il rovescio.

Il corpo, rebus imperscrutabile e geografia dello spirito, diviene oggetto d’espressione privilegiato. Per mezzo del corpo e della sua perlustrazione, Stefania Artusi perviene ad un linguaggio superiore alla parola, in grado di liberare l’inconscio rivolgendosi ex abrupto ai sensi.

 

Nel corpo a corpo con le carte da parati di Stefania Artusi, l’esperienza, ad un tempo percettiva, “tattile” ed intellettuale, suggestiona e coinvolge lo spettatore in una convulsione di memorie, straniamenti ed emozioni. La galleria si trasforma in un luogo rituale; la fruizione si configura come un cerimoniale iniziatico, un rito ancestrale in cui l’artista, sperimentando l’innocenza e il vizio, la paura e il coraggio, la fragilità e la forza, incarna la soglia tra magia e natura, tra arte e vita.

Stefania Artusi (1990) è nata a Palermo, dove vive e lavora. Dal 2005 al 2012 ha lavorato e portato avanti il suo percorso formativo presso lo studio di Andrea Di Marco e Francesco De Grandi. Dal 2008 al 2010 ha vissuto a Roma, dove ha frequentato la Scuola Romana dei Fumetti. La sua ricerca espressiva, ad oggi, è orientata in ambito figurativo, secondo una chiave simbolico-sociale ed antropologica.


Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>